Collezione Disegni e Grafiche

Collezione Disegni e Grafiche

La Raccolta del Disegno del Comune di Modena - Galleria Civica annovera 5000 opere su carta. Consta di fogli appartenenti principalmente ad artisti italiani del Novecento: da autori storici come Giorgio Morandi e Lucio Fontana, passando per Alighiero Boetti, Carla Accardi, Giuseppe Penone, Gilberto Zorio fino ad arrivare a esponenti dell'ultima generazione come Roberto Cuoghi e Christian Holstad. A questi si aggiungono diversi fondi monografici e un fondo di grafica. 

 


La Raccolta del Disegno nasce nel 1989 su impulso dell’allora direttore della Galleria Civica, Flaminio Gualdoni. Essa si caratterizza nei decenni per essere rimasta fedele ad alcune linee programmatiche sostanziali: ricerca di una completezza di documentazione sul disegno italiano contemporaneo, mirando alla qualità dei singoli fogli e non solo alla celebrità delle firme; costituzione di nuclei di opere e documenti relativi a eventi o personalità di rilievo nella cultura figurativa dall’inizio del XX secolo sino ai giorni nostri; attenzione all’arte del territorio, sia per quanto riguarda il recente passato che l’attualità; continuo aggiornamento sulle giovani generazioni. La raccolta, che deve i suoi incrementi ad acquisti, ma soprattutto a donazioni, ha raggiunto a tutt’oggi quasi i 2000 fogli, senza contare diversi fondi monografici (Ico Parisi, Pompeo Vecchiati, Koki Fregni, Mario Molinari, con opere dalla storica manifestazione “Parole sui Muri” di Fiumalbo) e un fondo di grafica (con il cospicuo nucleo di opere prodotte dall'Associazione per la Diffusione dell'opera artistica di Modena), che portano il numero delle carte conservate a oltre 5000.  

La Raccolta vanta la presenza di molti tra i maggiori artisti contemporanei: da autori storici quali Morandi, De Pisis, Sironi, Afro, Campigli, Ferrazzi, Pirandello, Carrà, passando per gli autori del secondo dopoguerra come Lucio Fontana, Scialoja, Morlotti, Accardi, Bendini, Zorio, Spagnulo, Boetti, agli esponenti della cosiddetta “generazione di mezzo” come Nunzio, Tirelli, Benati, Vaccari, fino alle ultime generazioni con Arienti, Marisaldi, Rudiger, Lanzi, Chiesi, Berruti, essa offre una esaustiva carrellata intorno all’arte italiana dai primi decenni del Novecento sino alla più stretta contemporaneità, grazie ad artisti come Christian Holstad e Roberto Cuoghi.

 

Mostra tutto