Premio Davide Vignali

Premio Davide Vignali

Dedicato a Davide Vignali, ex studente scomparso prematuramente nel 2011, il Premio è promosso da Fondazione Modena Arti Visive, dall’Istituto d’Arte A.Venturi e dalla Famiglia Vignali

Il concorso è rivolto a tutti i giovani talenti della regione e promuove la ricerca in campo fotografico e dell’immagine. Per partecipare è necessario presentare un progetto sotto forma di immagini a colori o in bianco e nero, un video o una video-installazione.

 

INVIA IL TUO PROGETTO! IL TEMA LO SCEGLI TU!
I termini per partecipare sono prorogati fino al 31 Maggio. 
In palio un premio da 1.000 Euro, un workshop fotografico e la partecipazione ad una mostra collettiva in una delle Location FMAV, dove potrai vedere esposto il tuo lavoro.

>> Scarica il Bando 2019/2020 e partecipa al concorso
ATTENZIONE: In seguito alle restrizioni per l’emergenza Covid-19 tutta la documentazione dovrà essere inviata in formato digitale

 

 

DOMANDE FREQUENTI

Cosa significa “progetto fotografico”? 
Un progetto fotografico è una serie di immagini legate da un tema comune. Possono raccontare un luogo, uno stato d’animo, delle abitudini, delle relazioni o ancora un’identità. Le immagini possono essere simili tra loro, per rafforzare un concetto, oppure tutte diverse, con uno sviluppo più narrativo. La loro peculiarità è che acquistano valore soprattutto se viste insieme.  

Le immagini devono essere scattate con attrezzatura fotografica professionale?
No. Quest’anno più che mai, saranno premiate soprattutto le idee. I progetti possono essere realizzati anche con uno smartphone, purché il risultato sia coerente con il mezzo che viene utilizzato. Un esempio: se hai a disposizione solo un cellulare con risoluzione limitata evita progetti basati sulla precisione del dettaglio o sulla resa tecnica delle immagini. Piuttosto sfrutta i limiti del mezzo che utilizzerai per rafforzare la tua idea di progetto. 

Posso sviluppare un’idea anche dovendo restare in casa?
Certo. Tantissimi progetti realizzati da grandi artisti sono nati proprio tra le mura di casa. Qualche esempio? Edward Weston è diventato famoso per le sue fotografie eleganti di peperoni e di altri ortaggi. Francesca Woodman ha ricercato la sua identità attraverso una serie di autoritratti scattati all’interno della sua abitazione romana. Luigi Ghirri per un anno intero ha fotografato tutti i giorni il cielo che vedeva dalla finestra. Se sei in cerca di idee prova a lasciarti ispirare dai nostri “Esercizi di visione”. Ma soprattutto guardati intorno, cambia il tuo punto di vista, prova a raccontare quello che ti sta più a cuore!