La mostra, curata da Simon Njami in forma di retrospettiva, ha presentato una selezione di 90 fotografie in bianco e nero, che rappresentano la condizione della comunità nera sudafricana dagli anni dell’Apartheid ad oggi in un racconto a tratti drammatico, a tratti lirico, poetico ed intimista.