Biocidio

24.05.24 -
07.06.24

Una mostra di Gianni Esposito negli spazi della Scuola di alta formazione

Inaugura venerdì 24 maggio, in occasione dell' Open House della Scuola di alta formazione, la mostra di Gianni Esposito a cura di Sara Carbone.

A cura di Sara Carbone

Inaugura venerdì 24 maggio, in occasione dell' Open House della Scuola di alta formazione, la mostra di Gianni Esposito a cura di Sara Carbone.

Indirizzo

FMAV - Scuola di alta formazione:
Via Giardini, 160, 41124 Modena

Orario

venerdì 24 maggio:
18 - 20

da lunedì a venerdì, fino al 7 giugno 2024
Su appuntamento
9 - 13, 14 - 17

 

Ingresso

Ingresso libero su appuntamento scrivendo a formazione@fmav.org o telefonando allo 059/224418

Biocidio è un lavoro fotografico di documentazione e denuncia degli abusi ambientali nel territorio campano della “Terra dei Fuochi”. 

Tra il 1994 e il 2012, la Regione Campania ha vissuto una crisi ambientale senza precedenti nella storia del Paese, dovuta a una gestione inefficiente dei rifiuti. Durante questo periodo, sono state abrogate le leggi volte alla costruzione di impianti di smaltimento e gestione dei rifiuti. Di conseguenza, vaste aree del territorio furono interessate dalla proliferazione di discariche abusive, dove la criminalità, in complicità con le autorità pubbliche, depositava o seppelliva i rifiuti industriali provenienti dal nord. 

A questo problema se ne aggiungeva un altro, tuttora persistente. L'abbandono indiscriminato di rifiuti da parte di piccole imprese e civili nelle strade e nei campi, dove gli incendi venivano utilizzati come metodo di smaltimento. Questa situazione ha contribuito ulteriormente all'inquinamento già incontrollato della regione. Ancora oggi, la situazione ambientale continua a destare grande preoccupazione. Un totale di 366 siti classificati come "siti contaminati" richiedono un'immediata decontaminazione del suolo, delle acque superficiali o anche delle acque sotterranee. Sebbene esista un Piano regionale di bonifica per questi siti, solo una piccola parte delle attività di bonifica è stata realizzata.  

L'ultimo rapporto sulla salute indica che il tasso di mortalità per cancro in queste aree è notevolmente superiore alla media nazionale. Le malattie più frequenti sono quelle del fegato, dello stomaco e dei polmoni, che, in qualche modo, sono direttamente collegate a ciò che viene consumato, ingerito e respirato in questi ambienti inquinati. Il biocidio, dal greco "bios" che significa "vita" e dal latino "-cidium" che si traduce con "uccidere", è un concetto coniato dagli attivisti per definire le conseguenze dei crimini ambientali che colpiscono l'intero ecosistema. Questo progetto, avviato nel 2021, vuole indagare e testimoniare la tragedia umana e ambientale che va in scena in alcuni dei luoghi più inquinati d'Italia e d'Europa.  

 

Immagine
Giovanni Esposito, Discarica sottoposta a sequestro, dalla serie Biocidio, 2021 - Courtesy l'artista

Info e prenotazioni

Indirizzo

FMAV - Scuola di alta formazione:
Via Giardini, 160, 41124 Modena

Orario

venerdì 24 maggio:
18 - 20

da lunedì a venerdì, fino al 7 giugno 2024
Su appuntamento
9 - 13, 14 - 17

 


Ingresso

Ingresso libero su appuntamento scrivendo a formazione@fmav.org o telefonando allo 059/224418


Rimani in contatto

Vuoi essere aggiornato sulle attività che riguardano il mondo FMAV?
Iscriviti alla newsletter e facci sapere cosa ti interessa di più!

Chiudi