La mostra raccoglie oltre 150 opere di 29 artisti provenienti da 18 paesi di diversa collocazione geografica ed evoluzione storica: dalla ex Iugoslavia alla Mitteleuropa, dalle repubbliche baltiche alla Federazione Russa, fino a Stati come la Turchia che cercano oggi una nuova collocazione nel processo di ridefinizione dell’area europea.

Come recita il titolo, storia, memoria e identità sono i temi portanti del percorso di mostra, vere e proprie questioni aperte per molti Paesi dell’Est, che negli ultimi vent’anni hanno visto radicalmente mutare il proprio corso storico dopo la caduta del muro di Berlino e che ancora oggi faticano a darsi una nuova identità che non può e non vuole dimenticare il recente passato.